Partecipa al Sondaggio Aderisci a OpenData

Attraverso il portale Basilicata Open Data, l’Amministrazione regionale intende promuovere la valorizzazione e la riutilizzabilità dei dati pubblici, in coerenza con quanto previsto dal CAD (Codice dell'Amministrazione Digitale) e dalle Linee guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio informativo pubblico emanate dall'Agenzia per l'Italia Digitale. La trasparenza è intesa come accessibilità totale delle informazioni concernenti l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche (art.1 , comma 1 del DLgs. n. 33/2013). Il principale strumento attraverso cui il legislatore intende conseguire maggiori livelli di trasparenza rispetto all'azione della Pubblica Amministrazione è la pubblicazione (obbligatoria), sui siti istituzionali delle PP.AA (sia centrali che locali), dei dati, dei documenti e delle informazioni da esse prodotti o trattati. In tale contesto si inserisce la prassi amministrativa dei dati aperti (Open Data): per Open Data si intende la messa a disposizione di dati e contenuti che chiunque sia in grado di utilizzare, riutilizzare e ridistribuire, con la sola limitazione, al massimo, della richiesta di attribuzione e condivisione allo stesso modo. Gli Open Data si richiamano alla più ampia dottrina dell'open government (che pone, come obiettivo, l'apertura della pubblica amministrazione ai cittadini), tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione diretta al processo decisionale, anche attraverso il ricorso alle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione. ll portale Open Data valorizza il patrimonio informativo pubblico del territorio lucano, in accordo al principio secondo il quale i dati prodotti o acquisiti dalle istituzioni pubbliche, nell’espletamento delle loro funzioni, appartengono alla collettività. In particolare la Regione Basilicata stimola una politica di apertura dei dati geografici che sono quelli più richiesti in assoluto, seguendo l’esempio di altre Regioni virtuose in questo ambito. L'obiettivo è quello di valorizzare e condividere il patrimonio informativo degli Enti pubblici del territorio, con riferimento ai principi dell'open data con azioni specifiche orientate a: • fare emergere il patrimonio informativo pubblico esistente, censendo e individuando i dataset che è possibile rendere disponibili e descrivendone le caratteristiche (metadatazione) e le modalità di fruizione; • effettuare le necessarie azioni perché tali dataset soddisfino i requisiti degli open data; • rendere tali dataset accessibili nelle opportune modalità, attraverso la realizzazione di un portale dedicato, per la pubblicazione degli open data relativi al territorio della Regione; • rendere fruibili in rete tutti i dati prodotti dal sistema informativo regionale secondo una logica di integrazione e, laddove possibile, di architettura orientata ai servizi (SOA)